Posts in Senza categoria

Travelability. Per una Toscana accessibile

8 Maggio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Travelability. Per una Toscana accessibile”

Tuscability details

La qualità del turismo nel nostro paese si dovrà valutare sempre di più alle possibilità offerte a disabili e persone anziane di non rinunciare alle opportunità di viaggiare. Di particolare interesse è la nascita in Toscana di Travelability un nuovo servizio pensato per coloro che hanno esigenze di assistenza personalizzata durante un soggiorno in Toscana. Il progetto nasce da un percorso condiviso di tre soggetti che sono Beyond che si è occupato della parte progettuale, il Consorzio Co.Ri per la parte socio-sanitaria e il Tour Operator Cap Viaggi per la parte turistica.

Un progetto che punta ad accrescere l’eccellenza turistica della regione. Travelability, per tutta la durata del soggiorno, farà sì che l’ospite venga seguito da figure altamente qualificate in materia turistica e assistenziale, pronte a prendersene cura in ogni momento della giornata, anche fuori dai circuiti turistici tradizionali.

Travelability, infatti, garantisce assistenti affiancati dalle più accreditate strutture operanti sul territorio, pensato per soddisfare le esigenze di ogni ospite durante ogni momento della vacanza. Sono predisposti dei pacchetti di il cui programma di soggiorno si adatta alle scelte dell’ospite, garantendo la corretta copertura assistenziale su tutte le destinazioni.

Come dice la frase conclusiva del video che campeggia nella home page del sito: “with accessible tourism the beauty of Tuscany is for everyone”.

I tempi sono ormai maturi per accrescere il concetto di turismo accessibile. Se rimane tutt’ora alto il numero di alberghi e strutture che necessitano di interventi di abbattimento delle barriere architettoniche ed accrescere i servizi da aumentare, c’è però una attenzione al tema, che portano ad accrescere le iniziative, soprattutto sul web, che permettono a chi soffre di disabilità di organizzare con facilità i propri spostamenti e viaggi.

Ed il nostro paese deve partire da idee come questa per accrescere la qualità e la competitività del proprio settore turistico.

Lucio Todisco

 

Piano strategico del Turismo: pronte le linee guida

28 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Piano strategico del Turismo: pronte le linee guida”

Piazza anfiteatro in notturna a Santa Zita LuccaNel corso dei prossimi Stati generali del turismo sostenibile che si terranno dal 7 al 9 aprile a Pietrarsa (Napoli) presso il Museo nazionale ferroviario delle Fs, sarà presentata la bozza del Piano strategico nazionale per il turismo le cui linee guida sono state illustrate dal ministro Dario Franceschini.

La Direzione Turismo Mibact, attraverso i suoi uffici, guidati da Francesco Palumbo, hanno lavorato alla stesura dei dossier per arrivare a definire dei principi fondamentali del nuovo documento che segnerà l’azione del Governo ed anche degli enti locali nel campo del turismo. Il Ministro Franceschini ha tenuto a sottolineare che: «la riformulazione del Piano strategico di sviluppo del turismo ha come obiettivo di far riconquistare al turismo italiano le posizioni perdute nel mercato globale con l’introduzione delle innovazioni necessarie per rispondere in modo sempre più incisivo alle nuove sfide imposte dalla competizione mondiale».

Il nuovo Piano si baserà anche sul lavoro programmatico fatto qualche anno fa dal ministro Piero Gnudi. Un punto chiave è che nella definizione di un Piano strategico di sviluppo le proposte dovranno evolvere nella definizione di una politica sistemica sia dal punto di vista dei tematismi che da quello territoriale, con nuove politiche di digitalizzazione e sostenibilità.

Lucio Todisco

In Trentino nasce il marchio e app “Autismo Accolgo”

25 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “In Trentino nasce il marchio e app “Autismo Accolgo””

Autismo Accolgo ImmagineAggregare informazioni e creare le condizioni per uno scambio sempre più veloce sul tema dell’autismo. Nasce “Autismo Accolgo”  è una app che aggrega fonti affidabili sulla patologia autistica in tutti i settori, da quello culturale, a quello familiare a quello professionale. L’idea è quella di fornire a tutti gli enti che lavorano con l’autismo un sistema per migliorare la  condivisione di progetti e informazioni sull’autismo. E non poteva essere che attraverso una app il modo più veloce per scambiare informazioni in modo più accessibile possibile su tale tema.

Per questo motivo è nato il marchio “AUTISMO ACCOLGO” fondato dalla A.G.S.A.T. Onlus – ASSOCIAZIONE GENITORI SOGGETTI AUTISTICI DEL TRENTINO – , in collaborazione con C.S.A. Cooperativa Sociale Autismo Trento che verrà consegnato alle strutture aperte al pubblico che ne faranno richiesta e che offrono servizi culturali, educativi e ricreativi sensibili al tema dell’autismo.

Ad ogni nuovo accreditamento l’applicazione verrà aggiornata con gli enti che si sono accreditati per Regione in modo che ognuno possa conoscere i riferimenti più vicini alle proprie realtà locali.

Per tutte le altre informazioni basta andare sulla pagina web della Onlus e si possono avere ulteriori informazioni attraverso la pagina facebook: Marchio e APP “Autismo Accolgo”

Redazione Fondazione

Turismo Accessibile in Italia. Workshop alla BMT

22 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Turismo Accessibile in Italia. Workshop alla BMT”

BMT FONDAZIONEPer la prima volta nell’ambito di una fiera europea sul turismo è stato presente in piena autonomia uno stand sul Turismo Accessibile. E’ accaduto alla Borsa Mediterranea del Turismo, tenutasi a Napoli dal 18 al 20 marzo.

Odv Peepul, la Coop Cosyforyou onlus, con la Fondazione Turismo Accessibile e in sinergia con numerosi partner hanno tenuto un seminario dal titolo “Fair Accessible Italy / Italia Bella e Accessibile #Napolichiamaitalia”.

Nel corso dell’incontro tenutosi sabato 19 marzo alle 14 nella sala Mediterraneo della Mostra d’Oltremare è stato presentato il progetto A.T.I.N (Accessible Tourism Italian Network), un portale che vuole mettere in rete organizzazioni di tour accessibili nelle varie regioni d’Italia, in sinergia con strutture accessibili e fornitori di servizi ed attrezzature utili alla mobilità, per uno scambio dei flussi turistici interni. In questo modo sarà possibile rappresentare un unico prodotto “Turismo Accessibile Italia” connotato dall’alta qualità dell’offerta da presentarsi compatto e coerente al mercato internazionale ed ai tour operator presenti alle fiere del turismo.

IL PORTALE. –  Atin (www.atin.it) è uno strumento condiviso e autogestito dalle organizzazioni con password personali in modo tale che esse possano  inserirvi  tutte le informazioni, video e foto dei tour organizzati nelle varie regioni e dei punti di eccellenza operativi (servizi, strutture accessibili) e culturali (università e punti di ricerca) del turismo accessibile. Non saranno previste quote di iscrizioni e l’unico requisito richiesto per aderire alla rete è il rispetto dei parametri di legge in fatto di accessibilità ed accoglienza. RENDERE L’ITALIA IL PAESE PIÙ ACCESSIBILE D’EUROPA.

IL SEMINARIO – Durante il seminario sono intervenuti Esposito Lepre e Cola che hanno sottolineato come sia necessario che l’attività di monitoraggio dei luoghi accessibili non può passare soltanto attraverso il web o sui like dei socia, ma principalmente sugli accreditamenti esperenziali. Inoltre ci sono stati gli interventi delle realtà che hanno aderito al progetto, Barbara Catino di C4y Coop. Onlus, Dino Angelaccio della rete Ionica Puglia-Basilicata-Calabria, che ha ricordato come nel caso di Matera si sia prodotta una attività legislativa a livello locale che inserisce il fattore dell’accessibilità come centrale per tutte le attività sociali e urbanistiche da realizzare in futuro nella città. Interventi inoltre di Raffaele Iovine della Basilica della Pietrasanta, Stefano Meer della Fondazione Arti Napoli.

Intervento di chiusura della Professoressa Marilù Ferrara dell’Università Parthenope – Facoltà Economia Del Turismo che ha voluto sottolineare come sia importante il ruolo dell’Università che deve indicare una prospettiva manageriale al turismo, dando il suo contributo ad una rivoluzione culturale dell’accessibilità.

Lucio Todisco

Napoli, Comune – Gesac: approvato il progetto “Easy Bed”. Riguarderà anche le disabilità

20 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Napoli, Comune – Gesac: approvato il progetto “Easy Bed”. Riguarderà anche le disabilità”

resize

Approvato dal Comune di Napoli il progetto sperimentale “Easy Bed”, un innovativo modello di ospitalità turistica  “rapido ed economico” che sarà attivo ogni giorno, 24 ore su 24 il cui obiettivo è quello di aumentare i livelli di comfort dei passeggeri in viaggio.

Il progetto nasce da un accordo con GESAC che gestisce l’Aeroporto di Napoli. Si tratta di un tipo di servizio già presente nei migliori scali aeroportuali europei e mondiali, ma in Italia, Napoli sarà la prima città a dotarsene.
La Giunta Comunale di Napoli, su proposta dell’Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive Enrico Panini, ha approvato la realizzazione del progetto sperimentale e saranno localizzati all’interno di uno spazio comune dotato di tutti i servizi necessari 52 moduli abitativi delle dimensioni di 4 mq. e 4 moduli delle dimensioni di circa 5,40 mq. per persone diversamente abili.
La notizia è stata diffusa sulla pagina facebook dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. Questi moduli saranno vere e proprie stanze autonome e confortevoli per soddisfare le esigenze di relax, riposo e privacy dei viaggiatori. Inoltre, nello scalo partenopeo, da sempre attenta al tema dell’accessibilità saranno realizzati i moduli per chi soffre di disabilità.

Il tutto sarà gestito da un software che indirizzerà gli utenti nel processo di prenotazione e di avvio fino al processo finale di pulizia al momento check-out.
L’Assessore Enrico Panini ha dichiarato che: “Il progetto Easy Bed è un’iniziativa assolutamente innovativa che può avere un ruolo notevole per lo sviluppo turistico e ricettivo della nostra città. Lo scalo aeroportuale di Capodichino, già vetrina importantissima per il movimento turistico di Napoli che ha conosciuto in questi anni un flusso considerevole di passeggeri, potrà in questo modo offrire un ulteriore servizio ai suoi passeggeri, migliorando di gran lunga la qualità dei tempi di sosta. Il nostro Comune non poteva farsi sfuggire l’occasione di investire su di essa.”

Che si dia risalto anche al tema dell’accessibilità, inoltre, è un aspetto fondamentale. La Fondazione Turismo Accessibile, già in passato ha premiato Armando Brunini e Gesac per il lavoro che sta compiendo su questo tema nell’aeroporto partenopeo.

Lucio Todisco

Promozione del turismo accessibile: convegno a Bruxelles

19 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Promozione del turismo accessibile: convegno a Bruxelles”

bruxellesE’ in programma giovedì 28 gennaio a Bruxelles la conferenza: “”Gestione e promozione del turismo sostenibile e accessibile” che vedrà la presenza dei principali attori del panorama europeo sul tema del turismo accessibile. La conferenza, organizzata dalla Commissione europea vedrà l’intervento del presidente di Europarc Federation Ignace Schops che presenterà la Carta europea per il turismo sostenibile nelle aree protette.

Il turismo nelle aree protette – La Carta (CETS) dal 1993, accompagna le aree protette nella definizione e attuazione di una strategia di turismo sostenibile e riguarda oltre 140 tra parchi e riserve in 17 diversi paesi e sta portando benefici per l’ecosistema e il sistema sociale.
Venti anni dopo la Commissione europea ha lanciato Etis che ha come fine ultimo quello di consolidare il numero di arrivi turistici internazionali nell’UE, cercando di migliorare in modo significativo la sua competitività e sostenibilità, tenendo in considerazione aspetti quali la qualità dei prodotti e dei servizi, la responsabilità sociale e ambientale, le risorse naturali e la diversità del patrimonio culturale e delle identità locali.

Sicuramente, è necessario organizzare e sviluppare un Sistema europeo di indicatori per il turismo e la gestione sostenibile a livello di destinazione, che consenta di misurare e monitorare i processi di gestione della sostenibilità nonché di condividere e mettere a confronto i progressi e i risultati in futuro.
Sono state individuate su base volontaria oltre 200 posti per i test ETIS tra il 2013 e il 2014. Esempi di buone pratiche che riguardano anche l’Italia e saranno condivisi, appunto, in conferenza il prossimo 28 gennaio.

Maggiori info:

 https://etis-jointconference2016.teamwork.fr/. | registrazioni obbligatorie

Lucio Todisco

Centro Studi Fondazione Turismo Accessibile

Napoli, giornata cittadina del Turismo Accessibile a Capodimonte

18 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Napoli, giornata cittadina del Turismo Accessibile a Capodimonte”

Capodimonte

Buone pratiche provenienti da Napoli. il 20 febbraio è organizzata la Giornata cittadina del Turismo Accessibile, da un’idea dell’associazione Peepul in collaborazione con il Comune di Napoli e i partner di CosyForYou. Una visita guidata alla quale sarà possibile partecipare gratuitamente a “Sulle tracce della collezione Farnese”, un percorso che porterà le persone alla scoperta dello splendido Museo di Capodimonte. La visita sarà di circa due ore e riguarderà l’ala orientale del piano nobile, dove è ospitata la Collezione Farnese.

Le info – L’appuntamento è alle ore 10.00 presso l’ingresso laterale del Museo. L’associazione mette a disposizione una navetta gratuita dalla stazione Museo della linea 1 della Metropolitana, nei pressi del Museo Archeologico Nazionale per giungere al parco di Capodimonte. La visita è riservata ai visitatori affetti da disabilità e ai propri accompagnatori e gruppi familiari ed amicali. Il biglietto d’ingresso al Museo è gratuito per la persona affetta da disabilità ed accompagnatore, mentre eventuali ingressi aggiuntivi saranno a carico dei partecipanti. La prenotazione è obbligatoria e devono giungere almeno con 24 ore d’anticipo allo svolgimento dell’evento.

Ulteriori informazioni sulla giornata è possibile reperirle sul sito di Peepul

 

Lucio Todisco

 

Turismo accessibile, una sfida che parte dalla Bmt di Napoli

15 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Turismo accessibile, una sfida che parte dalla Bmt di Napoli”

3

Sabato 19 marzo alle 14 nella sala Mediterraneo della Mostra d’Oltremare, Peepul, Cosyforyou onlus e Fondazione Turismo Accessibile, presenteranno il portale ATIN  per mettere in rete organizzazioni di tour accessibili e fornitori al fine di rendere l’Italia la nazione più accessibile d’Europa

Napoli – Per la prima volta nell’ambito di una fiera europea sul turismo sarà presente, in piena autonomia e con la massima visibilità, uno stand sul Turismo Accessibile. La Borsa Mediterranea del Turismo, che avrà luogo a Napoli dal 18 al 20 marzo, infatti, darà voce alla Odv Peepul e alla Coop Cosyforyou onlus che, con la Fondazione Tursimo Accessibile e in sinergia con numerosi partner, terranno un seminario dal titolo “Fair Accessible Italy / Italia Bella e Accessibile #Napolichiamaitalia”.

Durante l’incontro, che si terrà sabato 19 marzo alle 14 nella sala Mediterraneo della Mostra d’Oltremare, verrà presentato il progetto A.T.I.N (Accessible Tourism Italian Network), un portale che mette in rete organizzazioni di tour accessibili nelle varie regioni d’Italia, in sinergia con strutture accessibili e fornitori di servizi ed attrezzature utili alla mobilità, per uno scambio dei flussi turistici interni. In questo modo sarà possibile rappresentare un unico prodotto “Turismo Accessibile Italia” connotato dall’alta qualità dell’offerta da presentarsi compatto e coerente al mercato internazionale ed ai tour operator presenti alle fiere del turismo.

La forza vitale del turismo accessibile è rappresentata dalle organizzazioni sociali e turistiche che sono impegnate in quasi tutte le regioni italiane nella dura promozione dell’accessibilità turistica quale marchio di qualità del turismo italiano – spiega Ileana Esposito Lepre, presidente della Odv Peepul . Da qui nasce l’esigenza di creare un portale A.T.I.N per mettere tutte queste realtà in rete. Il sogno? Rendere il nostro Paese il più accessibile d’Europa”.

La possibilità di accedere e di utilizzare le strutture è il presupposto fondamentale per permettere al potenziale turista con qualsiasi esigenza di prendere in considerazione l’offerta turistica italiana come segno distintivo di una società moderna, aperta, inclusiva ed accogliente.

“È necessario porre l’accento su una offerta turistica più evoluta e idonea ad ogni tipo di accoglienza  nell’ambito di contesti strutturali delle aziende turistiche da sensibilizzare ed impegnare alla responsabilità d’impresa – chiarisce Stefano Cola, presidente della Fondazione Turismo Accessibile. Con il nostro progetto cercheremo di diffondere l’importanza del turismo accessibile anche oltre i confini partenopei, auspicando nel supporto delle istituzioni e delle imprese”.

Durante il seminario interverranno, oltre agli stessi Esposito Lepre e Cola, le realtà che hanno aderito al progetto come Fabrizio Cantella di Progecta, Barbara Catino di C4y Coop. Onlus, Daniele Giardina del progetto ‘Must’ Sito Unesco Sicilia, Dino Angelaccio della rete Ionica Puglia-Basilicata-Calabria, Raffaele Iovine della Basilica della Pietrasanta, Luigi Vinci della Basilica di San Giovanni Maggiore, Giovannangelo De Angelis de “Il Gattopardo Hotel” di Ischia, Giuseppe Chianese della Thyssenkrupp, Antonio Ricci dell’ortopedia Ricci, Marilù Ferrara dell’Università Parthenope – Facoltà Economia Del Turismo, Stefano Meer della Fondazione Arti Napoli.

Italy On Weelchair – Un portale per il turismo accessibile

15 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Italy On Weelchair – Un portale per il turismo accessibile”

Italy On Wheelchair

Continua il nostro percorso che punta a segnalare le buone pratiche provenienti dal nostro paese sul tema del turismo accessibile.

Un portale per le persone che hanno problematiche di disabilità e che, per questo, hanno difficoltà logistiche a viaggiare, un sito contenitore che, suddiviso per regioni e province, offre l’opportunità di strutturare itinerari turistici. Questo è italyonwheelchair.it, un portale interessante in materia di turismo accessibile per tutte le persone disabili.

Il progetto è nato, come potete leggere nell’intervista ad uno dei suoi ideatori, Andrea Marciante da un’amicizia con una ragazza tetraplegica e la speranza di poter organizzare un viaggio per la Sicilia senza preoccuparsi di scontrarsi contro la realtà fatta di posti non accessibili.

Lucio Todisco

Start Cup Campania 2016. Trasformare idee in impresa

9 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Start Cup Campania 2016. Trasformare idee in impresa”

12799226_10206996064078098_2836304612465624924_nUna interessante iniziativa per chi ha un’idea innovativa e originale da presentare, ricominciano le selezioni per il concorso Start Cup Campania 2016, il progetto che ti aiuta a trasformare le tue idee nel tuo progetto d’impresa. La giornata di presentazione si è tenuta il giorno 16 marzo 2016 presso l’Aula Magna Leopoldo Massimilla, Scuola Politecnica e delle Scienze di Base a piazzale Tecchio a Napoli

Il premio – Per coloro che arriveranno tra i primi cinque classificati sarà attribuito un premio del valore rispettivamente di 5.000, 3.000, 2.000, 1.000 e 1.000 euro e le idee vincitrici, inoltre, parteciperanno alla fase finale del Premio Nazionale per l’Innovazione.

Come iscriversi – L’iscrizione a Start Cup Campania deve avvenire esclusivamente on-line, compilando il modulo presente sul sito ufficiale del Premio (www.startcupcampania.unina.it). Dopo l’iscrizione sarà possibile accedere all’area riservata tramite username e password scelte. Al momento dell’iscrizione è obbligatorio riportare una breve sintesi della propria idea (max. 700 caratteri spazi inclusi). Con il sostegno dei successivi corsi formativi di Start Cup Campania i progetti avranno a disposizione il necessario background di conoscenza per la redazione del Business Plan completo del proprio progetto.

Il termine ultimo per iscriversi al concorso è il 26 aprile 2016.

Altre possibilità – Se hai un’idea, ma non un gruppo di lavoro o cerchi competenze specifiche per completare il tuo gruppo e partecipare a Start Cup Campania è possibile accedere all’area “Cerco e Offro” del sito dove si potrà descrivere le proprie competenze o inserire il proprio annuncio.

Ci aspettiamo che vengano presentate tante idee innovative sul tema dell’accessibilità turistica!

Lucio Todisco