Turismo accessibile: un convegno promosso dai Lions del Val di Noto

16 Novembre 2016 Posted by News, Press Area, Turismo 0 thoughts on “Turismo accessibile: un convegno promosso dai Lions del Val di Noto”

Val di NotoIncontro sul tema del turismo accessibile. I Lions Club delle città Unesco del Val di Noto, ovvero Scicli, Modica, Ragusa, Noto, Palazzolo Acreide, Catania, Caltagirone, Militello hanno sottoscritto un Protocollo di Intesa volto alla valorizzazione e promozione delle Città Unesco del Val di Noto, coordinati quest’anno dal Lions Club di Scicli. Nell’ambito di questo protocollo d’intesa hanno organizzato un incontro sul turismo accessibile nei luoghi e monumenti delle Città Unesco. Nella sala riunioni del Palazzo «Carpentieri» si sono confrontati sull’interessante tema, esperti del settore, tecnici, stakeholder, enti e associazioni impegnati nella gestione dei siti Unesco.

All’incontro erano presenti i candidati a Sindaco della imminenti elezioni comunali di Scicli, oltre ai rappresentanti dei Lions Club delle otto delle Città Unesco del Val di Noto. Ad intervenire anche il Soprintendente di Ragusa Calogero Rizzuto, il Presidente dell’Ordine degli ingegneri di Ragusa Vincenzo Dimartino, Viviana Pitrolo del Consiglio dell’Ordine degli Architetti dopo i saluti di rito da parte del Presidente del Lions Club di Scicli Matteo Gentile e del responsabile del comitato distrettuale Barocco Siciliano Adolfo Ferro.

L’incontro ha ribadito come sia importante garantire l’accesso all’esperienza turistica a tutti i cittadini, indipendentemente dalle condizioni personali, sociali, economiche e di qualsiasi altra natura che possano limitare la fruizione delle nostre città e, il turismo accessibile è la massima espressione di un obiettivo di civiltà che rappresenta una indubbia attrattiva per rendere più efficiente l’immagine del turismo nelle Città UNESCO della Val di Noto.

Nel convegno è stato rilevato come le citta «Unesco» della val di Noto non siano accessibili e non sono città accoglienti. Il turismo accessibile, oltre ad essere un dovere sociale è anche un importante fattore economico, che in questo momento non è presente nei luoghi turistici della valle ed è quindi indispensabile che ognuno faccia la sua parte, da una parte le amministrazioni pubbliche che devono rendere accessibile il patrimonio pubblico (palazzi, monumenti, musei) e la mobilità, dall’altra gli operatori turistici che devono rendere accessibili le strutture ricettive (e non solo i B&B ma anche ristoranti, bar, stabilimenti balneari).
Il Past Governatore e vice direttore del Lions Campo Italia disabili Salvo Ingrassia ha raccontato dell’impossibilità di far visitare ai ragazzi ospiti del campo tenuto a Scicli le chiese e i monumenti nello scorso luglio, con le carrozzine ferme sull’uscio delle chiese.

 

F.

Al via l’incontro internazionale”Accessibilità in Viaggio”

14 Novembre 2016 Posted by News, Press Area, Turismo 0 thoughts on “Al via l’incontro internazionale”Accessibilità in Viaggio””
Matera

 

Appuntamento dal 18 al 20 novembre. In Costa Jonica e a Matera si terrà l’ Evento internazionale sul turismo accessibile“. L’iniziativa è organizzata dal Corriere della Sera con la collaborazione del blog Invisibili del Corriere, che ha portato in primo piano i temi dell’ con il giornalista con disabilità Simone Fanti,  e dalla Rete Turismo Italia Jonica, realtà turistico – culturale del Mezzogiorno che integra i territori della costa Jonica di Calabria, Puglia e Basilicata. Tra gli altri organizzatori il Comune di Matera MOREITALY.IT, il portale turistico di valorizzazione territoriale per l’Accessibilità e il Turismo per tutti.

 Matera è una città centrale sul tema della accessibilità: da un lato la città ha conquistato il titolo di capitale europea della cultura per il 2019, un risultato straordinario per la Città dei Sassi, oltre che una opportunità da cogliere per accendere con uno slancio davvero innovativo sul piano culturale il tema della accessibilità per tutti. Non è un caso che si prevede un arrivo di flussi crescenti anche di turisti con  disabilità e Matera si sta preparando ad accoglierli.
 Dall’altro lato, in questi anni molto si è fatto per sensibilizzare operatori, cittadini, pubbliche istituzioni sul tema della accessibilità ed il turismo per tutti, partendo dal Manifesto di Matera redatto nel 2014 nato  nell’evento Zero Barriere-L’accessibilità conviene dove tantissime associazioni che si occupano di disabilità hanno partecipato e dato il proprio contributo di idee.

A Roma in scena “Il Signore a Rotelle”. Uno spettacolo contro le barriere sociali e architettoniche

7 Giugno 2016 Posted by News, Press Area 0 thoughts on “A Roma in scena “Il Signore a Rotelle”. Uno spettacolo contro le barriere sociali e architettoniche”

Il Signore a Rotelle

Sarà di scena a Roma, il 18 giugno, alle ore 20:00, il “Signore a Rotelle”, lo spettacolo teatrale che mira a sensibilizzare contro le barriere architettoniche e sociali, tratto dal libro “Troppe scale” di Attilio Spaccarelli. Interpretato dagli SpaccAttori e messo in scena da Lisa Colosimo e Stefania Papiro, Il Signore a Rotelle, vuole raccontare con taglio pungente, mai pietistico, le difficoltà di chi è costretto ogni giorno a lottare contro le barriere architettoniche, sociali e culturali.

Appuntamento al Teatro Gianelli, Via Sant’Antonio Maria Gianelli, 34.

Le terrazze del Pan di nuovo accessibili

10 Maggio 2016 Posted by Napoli, News, Turismo 0 thoughts on “Le terrazze del Pan di nuovo accessibili”

Contaminarti Cover Pan

Giovedì 12 maggio alle 19,30 verranno inaugurate le terrazze del Pan con il taglio del nastro dell’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele, del Presidente della Fondazione Arti Napoli, Stefano Meer e del Presidente della Fondazione Turismo Accessibile, Stefano Cola. «Una giornata speciale per la città di Napoli – dichiara Stefano Meer – un lungo percorso condiviso con tanti attori istituzionali che ha portato alla conclusione del progetto e quindi alla valorizzazione del patrimonio artistico napoletano, in questo caso il Palazzo delle Arti Napoli. La Fondazione Arti Napoli, intende proseguire nella sua opera valorizzando anche ulteriori luoghi di interesse della città attraverso anche un confronto costruttivo di idee». «Forse è la prima volta a Napoli che si parla di eliminazione di barriere Architettoniche sulle terrazze – così Stefano Cola -, segno che la Fondazione Turismo Accessibile, unitamente al comune di Napoli e alla sensibilità della Fondazione Arti Napoli, cerca di essere uno strumento di tutti e per tutti affinché la vita possa scorrere, lasciatemi passare il termine, più “leggera”».

La Fondazione

#CONTAMINARTI. All’apertura al pubblico di questa parte del polo museale seguirà #ContaminArti a cura di Raffaele Loffredo, caratterizzato da accenti artistici espressi attraverso linguaggi creativi eterogenei come la living exhibition in cui modelle all’interno di grandi cornici create ad hoc e stlizzate indosseranno i monili dell’artista Fabiana Napoletano e gli abiti della stilista Eliana Riccio; la videoproiezione laser di Tommaso Pedone; performance dell’attore Luca De Lorenzo; un desk di interazione performativa per i fruitori ispirato alla nota artista contemporanea Marina Abramovic; le collezioni di moda Primavera Estate 2016 firmate Tramontano per gli accessori e Sael per gli abiti; la mostra “Percorsi” di Annamaria Volpe a cura di Mimma Sardella. La serata sarà accompagnata dai prodotti tipici della tradizione partenopea offerti da Italiam, start up dedicata allo street food.

IL PROGETTO. Il tutto si inserisce nel progetto “Opportunities Through Change” a cura di Stefano Meer e dell’architetto Luigi Sciorio e gode del patrocinio del Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo, Museo Pan e Unione Industriali di Napoli. In collaborazione con Rotaract Napoli Castel dell’Ovo, Fondazione Arti Napoli e Fondazione Turismo Accessibile, con il sostegno di Rotary Napoli Castel dell’Ovo Distretto Rotaract 2100 Zona Golfo di Napoli ed il contributo delll’Ordine dei Dottori Commercialisti di Napoli – Comitato Pari Opportunità, Gruppo Giovani Imprenditori di Napoli, Giovani Elementi e Napoli Incontra.

LA FONDAZIONE ARTI NAPOLI. La Fondazione Arti Napoli è un progetto culturale e sociale che ha come finalità la realizzazione di iniziative per la conoscenza delle tradizioni culturali, artistiche e artigianali napoletane; il miglioramento della fruibilità delle strutture museali della città di Napoli; l’avvicinamento all’arte di soggetti svantaggiati: tali finalità sono realizzate in perfetta simbiosi con la Fondazione Turismo Accessibile, già attiva da anni sul territorio nazionale, e presieduta dal Stefano Cola. La Fondazione Arti Napoli, tra l’altro, ha come obiettivi: diffondere l’eclettismo artistico e artigianale napoletano; diventare luogo propulsore di novità e di grandi cambiamenti; comunicazione positiva dell’identità partenopea; l’aggregazione di idee. A presiedere il comitato scientifico Carlo Guardascione, Responsabile Relazione Esterne Città della Scienza.

Travelability. Per una Toscana accessibile

8 Maggio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Travelability. Per una Toscana accessibile”

Tuscability details

La qualità del turismo nel nostro paese si dovrà valutare sempre di più alle possibilità offerte a disabili e persone anziane di non rinunciare alle opportunità di viaggiare. Di particolare interesse è la nascita in Toscana di Travelability un nuovo servizio pensato per coloro che hanno esigenze di assistenza personalizzata durante un soggiorno in Toscana. Il progetto nasce da un percorso condiviso di tre soggetti che sono Beyond che si è occupato della parte progettuale, il Consorzio Co.Ri per la parte socio-sanitaria e il Tour Operator Cap Viaggi per la parte turistica.

Un progetto che punta ad accrescere l’eccellenza turistica della regione. Travelability, per tutta la durata del soggiorno, farà sì che l’ospite venga seguito da figure altamente qualificate in materia turistica e assistenziale, pronte a prendersene cura in ogni momento della giornata, anche fuori dai circuiti turistici tradizionali.

Travelability, infatti, garantisce assistenti affiancati dalle più accreditate strutture operanti sul territorio, pensato per soddisfare le esigenze di ogni ospite durante ogni momento della vacanza. Sono predisposti dei pacchetti di il cui programma di soggiorno si adatta alle scelte dell’ospite, garantendo la corretta copertura assistenziale su tutte le destinazioni.

Come dice la frase conclusiva del video che campeggia nella home page del sito: “with accessible tourism the beauty of Tuscany is for everyone”.

I tempi sono ormai maturi per accrescere il concetto di turismo accessibile. Se rimane tutt’ora alto il numero di alberghi e strutture che necessitano di interventi di abbattimento delle barriere architettoniche ed accrescere i servizi da aumentare, c’è però una attenzione al tema, che portano ad accrescere le iniziative, soprattutto sul web, che permettono a chi soffre di disabilità di organizzare con facilità i propri spostamenti e viaggi.

Ed il nostro paese deve partire da idee come questa per accrescere la qualità e la competitività del proprio settore turistico.

Lucio Todisco

 

Accessibilità e accoglienza: al via il progetto “Montepulciano sotto le dita”

30 Marzo 2016 Posted by News, Press Area, Turismo 0 thoughts on “Accessibilità e accoglienza: al via il progetto “Montepulciano sotto le dita””

montepulciano sotto le ditaTurismo Accessibile vuol dire, soprattutto, accoglienza. E buone notizie arrivano dalla Toscana, precisamente da Montepulciano. E’ al via, infatti, il progetto “Montepulciano sotto le dita” che ha l’obiettivo di rendere la città più accogliente per chi ha disabilità visive (non vedenti o ipovedenti). “Abbiamo voluto dare un segnale di concreta sensibilità rivolto a chi non può fruire pienamente di quanto di bello e di buono offre il nostro territorio”. Sono queste le parole pronunciate dal sindaco della città, Andrea Rossi.

Il progetto “Montepulciano sotto le dita” che è rivolto agli ospiti italiani con disabilità visive prende inizio dall’androne del Palazzo Comunale, dall’Enoteca del Consorzio del Vino Nobile e dal Museo Civico dove sono state installate schede stampate in codice Braille (e con caratteri di dimensioni adeguate) che illustrano le peculiarità della zona. Il progetto è stato realizzato dal Servizio Turismo dell’Amministrazione Comunale, è in fase di sviluppo e prevede un rapido potenziamento con altri supporti, tattili e sonori”.

I luoghi – Nell’Androne del Palazzo Comunale potrete trovare le schede al bancone dell’accoglienza turistica ed illustrano le caratteristiche di Piazza Grande e della Cattedrale. Nell’Enoteca consortile le informazioni riguardano il Vino Nobile di Montepulciano mentre i numerosi totem diffusi nel Museo consentono di approfondire la conoscenza di opere particolarmente importanti come la Sacra Famiglia del Sodoma, il Ritratto di Gentiluomo di Caravaggio, Sant’Agnese di  Beccafumi, le terracotte invetriate dei Della Robbia ed altri capolavori esposti.

Al Museo Civico, infine, chi si recherà al Museo Civico, infine, potrà anche “sentire” sotto le dita le opere in rilievo,utilizzando gli appositi guanti disponibili gratuitamente all’ingresso. Si potrà così consultare il volume (sempre in Braille e con caratteri di testo di grandezza particolare) sull’archeologia nella Val di Chiana senese con ampie e dettagliate informazioni sul patrimonio storico del territorio.

Un progetto che il Comune conta di implementare nel giro di breve tempo con altri supporti tattili e sonori. Un bellissimo esempio di buona pratica di accessibilità e accoglienza sul nostro territorio che speriamo anche altri Comuni prendano ad esempio.

Lucio Todisco

Piano strategico del Turismo: pronte le linee guida

28 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Piano strategico del Turismo: pronte le linee guida”

Piazza anfiteatro in notturna a Santa Zita LuccaNel corso dei prossimi Stati generali del turismo sostenibile che si terranno dal 7 al 9 aprile a Pietrarsa (Napoli) presso il Museo nazionale ferroviario delle Fs, sarà presentata la bozza del Piano strategico nazionale per il turismo le cui linee guida sono state illustrate dal ministro Dario Franceschini.

La Direzione Turismo Mibact, attraverso i suoi uffici, guidati da Francesco Palumbo, hanno lavorato alla stesura dei dossier per arrivare a definire dei principi fondamentali del nuovo documento che segnerà l’azione del Governo ed anche degli enti locali nel campo del turismo. Il Ministro Franceschini ha tenuto a sottolineare che: «la riformulazione del Piano strategico di sviluppo del turismo ha come obiettivo di far riconquistare al turismo italiano le posizioni perdute nel mercato globale con l’introduzione delle innovazioni necessarie per rispondere in modo sempre più incisivo alle nuove sfide imposte dalla competizione mondiale».

Il nuovo Piano si baserà anche sul lavoro programmatico fatto qualche anno fa dal ministro Piero Gnudi. Un punto chiave è che nella definizione di un Piano strategico di sviluppo le proposte dovranno evolvere nella definizione di una politica sistemica sia dal punto di vista dei tematismi che da quello territoriale, con nuove politiche di digitalizzazione e sostenibilità.

Lucio Todisco

In Trentino nasce il marchio e app “Autismo Accolgo”

25 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “In Trentino nasce il marchio e app “Autismo Accolgo””

Autismo Accolgo ImmagineAggregare informazioni e creare le condizioni per uno scambio sempre più veloce sul tema dell’autismo. Nasce “Autismo Accolgo”  è una app che aggrega fonti affidabili sulla patologia autistica in tutti i settori, da quello culturale, a quello familiare a quello professionale. L’idea è quella di fornire a tutti gli enti che lavorano con l’autismo un sistema per migliorare la  condivisione di progetti e informazioni sull’autismo. E non poteva essere che attraverso una app il modo più veloce per scambiare informazioni in modo più accessibile possibile su tale tema.

Per questo motivo è nato il marchio “AUTISMO ACCOLGO” fondato dalla A.G.S.A.T. Onlus – ASSOCIAZIONE GENITORI SOGGETTI AUTISTICI DEL TRENTINO – , in collaborazione con C.S.A. Cooperativa Sociale Autismo Trento che verrà consegnato alle strutture aperte al pubblico che ne faranno richiesta e che offrono servizi culturali, educativi e ricreativi sensibili al tema dell’autismo.

Ad ogni nuovo accreditamento l’applicazione verrà aggiornata con gli enti che si sono accreditati per Regione in modo che ognuno possa conoscere i riferimenti più vicini alle proprie realtà locali.

Per tutte le altre informazioni basta andare sulla pagina web della Onlus e si possono avere ulteriori informazioni attraverso la pagina facebook: Marchio e APP “Autismo Accolgo”

Redazione Fondazione

Turismo Accessibile in Italia. Workshop alla BMT

22 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Turismo Accessibile in Italia. Workshop alla BMT”

BMT FONDAZIONEPer la prima volta nell’ambito di una fiera europea sul turismo è stato presente in piena autonomia uno stand sul Turismo Accessibile. E’ accaduto alla Borsa Mediterranea del Turismo, tenutasi a Napoli dal 18 al 20 marzo.

Odv Peepul, la Coop Cosyforyou onlus, con la Fondazione Turismo Accessibile e in sinergia con numerosi partner hanno tenuto un seminario dal titolo “Fair Accessible Italy / Italia Bella e Accessibile #Napolichiamaitalia”.

Nel corso dell’incontro tenutosi sabato 19 marzo alle 14 nella sala Mediterraneo della Mostra d’Oltremare è stato presentato il progetto A.T.I.N (Accessible Tourism Italian Network), un portale che vuole mettere in rete organizzazioni di tour accessibili nelle varie regioni d’Italia, in sinergia con strutture accessibili e fornitori di servizi ed attrezzature utili alla mobilità, per uno scambio dei flussi turistici interni. In questo modo sarà possibile rappresentare un unico prodotto “Turismo Accessibile Italia” connotato dall’alta qualità dell’offerta da presentarsi compatto e coerente al mercato internazionale ed ai tour operator presenti alle fiere del turismo.

IL PORTALE. –  Atin (www.atin.it) è uno strumento condiviso e autogestito dalle organizzazioni con password personali in modo tale che esse possano  inserirvi  tutte le informazioni, video e foto dei tour organizzati nelle varie regioni e dei punti di eccellenza operativi (servizi, strutture accessibili) e culturali (università e punti di ricerca) del turismo accessibile. Non saranno previste quote di iscrizioni e l’unico requisito richiesto per aderire alla rete è il rispetto dei parametri di legge in fatto di accessibilità ed accoglienza. RENDERE L’ITALIA IL PAESE PIÙ ACCESSIBILE D’EUROPA.

IL SEMINARIO – Durante il seminario sono intervenuti Esposito Lepre e Cola che hanno sottolineato come sia necessario che l’attività di monitoraggio dei luoghi accessibili non può passare soltanto attraverso il web o sui like dei socia, ma principalmente sugli accreditamenti esperenziali. Inoltre ci sono stati gli interventi delle realtà che hanno aderito al progetto, Barbara Catino di C4y Coop. Onlus, Dino Angelaccio della rete Ionica Puglia-Basilicata-Calabria, che ha ricordato come nel caso di Matera si sia prodotta una attività legislativa a livello locale che inserisce il fattore dell’accessibilità come centrale per tutte le attività sociali e urbanistiche da realizzare in futuro nella città. Interventi inoltre di Raffaele Iovine della Basilica della Pietrasanta, Stefano Meer della Fondazione Arti Napoli.

Intervento di chiusura della Professoressa Marilù Ferrara dell’Università Parthenope – Facoltà Economia Del Turismo che ha voluto sottolineare come sia importante il ruolo dell’Università che deve indicare una prospettiva manageriale al turismo, dando il suo contributo ad una rivoluzione culturale dell’accessibilità.

Lucio Todisco

Napoli, Comune – Gesac: approvato il progetto “Easy Bed”. Riguarderà anche le disabilità

20 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Napoli, Comune – Gesac: approvato il progetto “Easy Bed”. Riguarderà anche le disabilità”

resize

Approvato dal Comune di Napoli il progetto sperimentale “Easy Bed”, un innovativo modello di ospitalità turistica  “rapido ed economico” che sarà attivo ogni giorno, 24 ore su 24 il cui obiettivo è quello di aumentare i livelli di comfort dei passeggeri in viaggio.

Il progetto nasce da un accordo con GESAC che gestisce l’Aeroporto di Napoli. Si tratta di un tipo di servizio già presente nei migliori scali aeroportuali europei e mondiali, ma in Italia, Napoli sarà la prima città a dotarsene.
La Giunta Comunale di Napoli, su proposta dell’Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive Enrico Panini, ha approvato la realizzazione del progetto sperimentale e saranno localizzati all’interno di uno spazio comune dotato di tutti i servizi necessari 52 moduli abitativi delle dimensioni di 4 mq. e 4 moduli delle dimensioni di circa 5,40 mq. per persone diversamente abili.
La notizia è stata diffusa sulla pagina facebook dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. Questi moduli saranno vere e proprie stanze autonome e confortevoli per soddisfare le esigenze di relax, riposo e privacy dei viaggiatori. Inoltre, nello scalo partenopeo, da sempre attenta al tema dell’accessibilità saranno realizzati i moduli per chi soffre di disabilità.

Il tutto sarà gestito da un software che indirizzerà gli utenti nel processo di prenotazione e di avvio fino al processo finale di pulizia al momento check-out.
L’Assessore Enrico Panini ha dichiarato che: “Il progetto Easy Bed è un’iniziativa assolutamente innovativa che può avere un ruolo notevole per lo sviluppo turistico e ricettivo della nostra città. Lo scalo aeroportuale di Capodichino, già vetrina importantissima per il movimento turistico di Napoli che ha conosciuto in questi anni un flusso considerevole di passeggeri, potrà in questo modo offrire un ulteriore servizio ai suoi passeggeri, migliorando di gran lunga la qualità dei tempi di sosta. Il nostro Comune non poteva farsi sfuggire l’occasione di investire su di essa.”

Che si dia risalto anche al tema dell’accessibilità, inoltre, è un aspetto fondamentale. La Fondazione Turismo Accessibile, già in passato ha premiato Armando Brunini e Gesac per il lavoro che sta compiendo su questo tema nell’aeroporto partenopeo.

Lucio Todisco