Posts tagged "Turismo Accessibile"

Napoli: progetto “Turismo Accessibile” – i risultati raggiunti

2 Giugno 2017 Posted by News turismo accessibile 0 thoughts on “Napoli: progetto “Turismo Accessibile” – i risultati raggiunti”

Il 31 maggio presso il Caffé Gambrinus, in Piazza Trieste e Trento a Napoli, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dei risultati del progetto “Turismo Accessibile” intrapreso dal Rotary Napoli Ovest insieme ai Club Rotary Partenopei.

Sono intervenuti alla Conferenza, la Presidente del Rotary Club Napoli Ovest prof.ssa Maria Ferrara che ha descritto gli obiettivi raggiunti, le Arch. Vera Gallo ed Elisabetta Varriale che hanno relazionato sulla realizzazione degli scivoli, ringraziando la sovrintendenza, la I Municipalita ed in particolare il Presidente Francesco de Giovanni di Santa Severina e l’Arch. Mauro Forte e Raffaele D’Alessio dell’Impresa Athena Restauri che ha realizzato il lavoro. Successivamente sono intervenuti il Dott. Mario Mirabile Presidente della Sezione di Napoli dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e l’Ing. Giuseppe Rocco di Ingematica che hanno descritto finalità e caratteristiche del portale Accessibile tourism Campania.

I presidenti dei Rotary Club Mauro Giancaspro, Maddalena Terracciano e Antimo Lupoli hanno relazionato sui progetti sul tema della disabilità, della diversità e dell’accessibilità che i rispettivi Club Napoli Castel dell’Ovo, Napoli Posillipo ed Ischia hanno realizzato.
Il Presidente della I Municipalità Francesco de Giovanni di Santa Severina e la Consigliera Iris Savastano hanno poi descritto l’impregno della municipalità per il turismo. Il dott. Antonio Izzo presidente di Federalberghi Napoli ha descritto l’impegno del comparto sul tema dell’accessibilità, anche attraverso la promozione del portale.
Ha concluso i lavori il dott. Stefano Cola, presidente della Fondazione Turismo Accessibile chiedendo a tutti di continuare a fare rete per sensibilizzare sul tema e migliorare le condizioni di accessibilità nella nostra regione. Tra i numerosi intervenuti alla Conferenza, il giornalista Ermanno Corsi, la Prof.ssa Triunfo, la Prof.ssa Buonocore, la Prof.ssa Varriale, la Prof.ssa De Siano, il Prof. D’Amore dell’Università Parthenope, la Dott.ssa Salvemini del CNR, Francesco Muzio vicepresidente dell’associazione RAM, e i Presidenti dei Rotary Club Attilio Leonardo del RC Napoli, Giovanni Esposito del RC Napoli Sud Ovest, Bruno Proto del RC Napoli Est, Giggi Cimmino del RC Napoli Nord Est, Salvo Tramontano del RC Pozzuoli, la Presidente dell’Inner Wheel Napoli Ovest Rosaria Majello.

Napoli: progetto “Turismo Accessibile”. Conferenza stampa sui risultati raggiunti

30 Maggio 2017 Posted by Napoli, News turismo accessibile, Turismo 0 thoughts on “Napoli: progetto “Turismo Accessibile”. Conferenza stampa sui risultati raggiunti”

Il giorno mercoledì 31 Maggio alle ore 19,30, ospiti del Caffè Gambrinus, a conclusione del Progetto “TURISMO ACCESSIBILE” per l’anno Rotariano in corso, conferenza di presentazione ai Rotariani, alle cittadinanza, alla stampa, dei risultati raggiunti.

Su iniziativa del Rotary Club Napoli Ovest, i dieci club rotariani presenti a Napoli ed identificati nel Gruppo Partenopeo, oltre ad ulteriori nove club del Distretto 2100, nell’ambito dell’impegno di service rotariano per l’anno 2016/2017, si sono resi promotori del progetto “TURISMO ACCESSIBILE“. Il club Napoli Ovest, Capofila, con i club Napoli, Napoli Castel dell’Ovo, Napoli Castel Sant’Elmo, Napoli Est, Napoli Flegreo, Napoli Nord, Napoli Nord Est, Napoli Posillipo, Napoli Sud Ovest, Caserta Terra di Lavoro, Ischia, Pompei, Sorrento, Paestum, Pozzuoli, Campania Napoli, e-club South 2100 e Costiera Amalfitana hanno redatto il progetto approvato dalla Commissione Rotary Foundation e cofinanziato dal Distretto Rotary 2100 quale District Grant.

Insieme al Rotary hanno sostenuto il progetto la Fondazione Turismo Accessibile e la Fondazione Arti Napoli.

Il Progetto TURISMO ACCESSIBILE ha previsto diverse attività. In primo luogo, la realizzazione di scivoli in corrispondenza dei marciapiedi di via Nardones in angolo con Piazza Trieste e Trento a Napoli. I lavori sono stati eseguiti nei mesi di marzo ed aprile 2017 e gli scivoli sono stati realizzati con la stessa tipologia di quelli già presenti nella piazza. Tali scivoli consentono di rendere accessibile uno snodo cruciale dei principali itinerari turistici della città di Napoli. In secondo luogo, la realizzazione di un “portale dell’accessibilità turistica”, la cui gestione è stata affidata alla Sezione di Napoli dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, da diversi anni impegnata nella sensibilizzazione e formazione degli operatori di questo settore. Il portale ha quale indirizzo: www.atcampania.com acronimo di Accessibile Tourism Campania.

La finalità ultima del progetto è la promozione dell’accessibilità, ossia l’assenza di barriere architettoniche, culturali e sensoriali, condizione indispensabile per consentire la fruizione di spazi, beni e servizi da parte di tutte le persone, indipendentemente dalle condizioni personali, sociali, economiche e di qualsiasi altra natura che possano limitare tale fruizione. L’accessibilità delle strutture e dei servizi turistici rappresenta, non solo uno dei principali temi dello sviluppo delle attività turistiche, ma un obiettivo che deve vedere la partecipazione attiva di tutti gli operatori pubblici e privati. Il Rotary, con l’attuazione del progetto, ha voluto essere vicino alle Istituzioni e dare un ulteriore contributo per indicare, attraverso un esempio di azione concreta, come risolvere i problemi più pressanti, agire ed apportare cambiamenti positivi e duraturi nella comunità. Tutto ciò è stato reso possibile grazie all’impegno dei Rotariani, delle associazioni e delle istituzioni che hanno contribuito alla realizzazione del Progetto.

Napoli raccontata con un’opera braille

9 Febbraio 2017 Posted by Napoli, News turismo accessibile, Turismo 0 thoughts on “Napoli raccontata con un’opera braille”

FOTO ANSA/CESARE ABBATE

Un’opera per raccontare Napoli a coloro che non possono vedere: si chiama “Follow the shape” l’opera di Paolo Puddu, ed è un corrimano con scrittura Braille posto sulla terrazza panoramica di Castel Sant’Elmo.

L’opera vede la presenza di frasi di famosi scrittori che hanno descritto la città di Napoli come Stendhal, Erri De Luca, Matilde Serao.
L’opera risulta vincitrice della quinta edizione del concorso “Un’Opera per il Castello” curata da Angela Tecce con Claudia Borrelli, il cui tema, in questa edizione, era “Uno sguardo altrove”.

L’opera è stata presentata al Museo del Novecento da Anna Imponente, direttore del Polo museale della Campania e Anna Maria Romano, direttore di Castel Sant’Elmo.
La giuria ha premiato il progetto del giovane artista napoletano, tra i dieci finalisti, “per aver declinato il tema del concorso ribaltando la consueta concezione della visione”.

Rassegna Stampa progetto Rotary “Turismo Accessibile”

25 Gennaio 2017 Posted by Napoli, News turismo accessibile, Press Area, Turismo 0 thoughts on “Rassegna Stampa progetto Rotary “Turismo Accessibile””

Di seguito la rassegna stampa della giornata di giovedì 19 gennaio 2017 della presentazione del progetto Rotary “Turismo Accessibile” che veda la partecipazione della Fondazione Turismo Accessibile.

 

 

 I Rotary per il turismo accessibile – Julie News

Fondazione e Rotary insieme per il progetto “Turismo Accessibile”

22 Gennaio 2017 Posted by Formazione, News turismo accessibile, Press Area 0 thoughts on “Fondazione e Rotary insieme per il progetto “Turismo Accessibile””

Si è svolta nel corso della giornata di giovedì 19 gennaio, a Napoli, presso l’Hotel Excelsior, la presentazione del progetto “Turismo Accessibile” che vede quest’anno il Rotary Club Napoli Ovest insieme agli altri Club del Gruppo Partenopeo attivi nella valorizzazione turistica accessibile della città di Napoli.

Al fianco dei Club Rotary ci sarà anche la Fondazione Turismo Accessibile che ha preso parte alla giornata di presentazione con la presenza del suo Presidente Stefano Cola che ha dialogato con i presenti sul tema dell’accessibilità turistica. Oltre al Presidente Cola hanno preso parte alla presentazione Corrado Matera, Assessore al Turismo della Regione Campania; Gaetano Daniele, Assessore al Turismo del Comune di Napoli; Francesco de Giovanni di Santa Severina, Presidente della I Municipalità, Antonio Pascale, Quality Manager GESAC, Antonio Izzo, Presidente Federalberghi, Mario Mirabile, Presidente Provinciale UICI.

 

Il tema dell’accessibilità nel Piano Stratetico del Turismo 2017-2020

4 Gennaio 2017 Posted by News turismo accessibile, Press Area, Turismo 0 thoughts on “Il tema dell’accessibilità nel Piano Stratetico del Turismo 2017-2020”

Copertina PST 2017-2020Con il Piano Strategico del Turismo (PST) per il 2017-2020 il Governo ha inteso ridisegnare la programmazione in materia di economia del turismo. L’obiettivo è quello di porre il turismo al centro delle politiche nazionali creando un indirizzo strategico omogeno in tema di turismo e cultura.

Il documento tocca diversi punti fondamentali come l’innovazione tecnologica e organizzativa, la valorizzazione delle competenze, la qualità dei servizi; la necessità di un utilizzo sostenibile e durevole del patrimonio ambientale e culturale, l’accessibilità dei luoghi.

Uno dei principi trasversali utilizzati per la realizzazione del piano è proprio quello della accessibilità/permeabilità fisica e culturale. Il PST deve promuovere, infatti, strategie, interventi e azioni per rafforzare sistematicamente l’accessibilità fisica e culturale dei luoghi e dei territori aperti alla valorizzazione turistica. Un termine che assume diversi significati: l’accessibilità alla fruizione turistica per tutte le persone senza distinzione alla loro condizione di età o di salute; l’accessibilità di luoghi e territori attraverso sistemi di mobilità sostenibile; la possibilità data ai visitatori di comprendere e interpretare la storia, la complessità e la varietà del patrimonio visitato.

Il tema dell’accessibilità diventa quindi cardine nelle politiche strategiche del turismo italiano ed è importante sottolineare come il pst è stato elaborato con la piena partecipazione delle istituzioni pubbliche, degli operatori di settore, degli stakeholders e delle comunità – per migliorare le politiche sia dal lato della domanda che da quello dell’offerta – e la Direzione Generale Turismo del MiBACT ha coordinato il processo.

Non ci resta che monitorare questi indirizzi presentati dal Governo. il Piano sarà monitorato di anno in anno, diventando così uno strumento costantemente aggiornato in grado di far evolvere in modo condiviso obiettivi e politiche e creare un sistema stabile di governance del settore.

Online gratis la guida Lonely Planet 2017 per i viaggiatori con disabilità

26 Dicembre 2016 Posted by Formazione, News turismo accessibile, Press Area, Turismo 0 thoughts on “Online gratis la guida Lonely Planet 2017 per i viaggiatori con disabilità”

lonely-planet-guida-2017Lonely Planet, in collaborazione con ENAT – European Network for Accessible Tourism, Visit England, Flanders State of the Art e Travel Germany ha rilasciato l’edizione aggiornata per l’anno 2017 della versione accessibile della guida di viaggi più famosa al mondo che raccoglie i maggiori siti di istituzioni, associazioni e tour-operators che si impegnano per garantire, nel mondo, un turismo accessibile e per tutti.

Una guida “per tutti” – la versione online è completamente gratuita ed è possibile scaricarla dal sito dell’ENATla Rete Europea per il Turismo Accessibile. Questa seconda edizione della guida è redatta da Martin Heng, Accessible Travel Manager.
Questo è il primo progetto comunitario realizzato da Lonely Planet ed ENAT a seguito dell’accordo siglato nel luglio 2015 per la promozione del turismo accessibile. La guida intende fornire indicazioni utili e recenti sulle strutture, sui siti web delle associazioni e delle organizzazioni di tutto il mondo che si occupano di turismo accessibile e che quindi forniscono informazioni sul territorio dedicate alle persone con disabilità. L’intento è quello di far sì che si possano trovare sufficienti sul web per programmare una vacanza accessibile.

Una guida, cinque sezioni La guida Lonely Planet è divisa in cinque sezioni che sono:
1 – “Country-by-country resources”, Una sezione suddivisa per nazione in ordine alfabetico, con i siti web dei governi, istituzioni, autorità locali, organizzazioni non governative o no-profit ed imprese private che forniscono informazioni utili per rendere accessibile un viaggio a chi è disabile;
2 – “Personal travel blogs”, Sono dei veri e propri diari di viaggio di persone con disabilità dove ci sono informazioni e ricordi sulle esperienze di viaggio vissute;
3 –  “General resources”, Una sezione con i siti web che si dedicano a promuovere il turismo “inclusive”, utili sia per i viaggiatori sia per chi lavora nel settore turistico.
4 – “Specialist travel agents and tour operators”. Una sezione dedicata alle agenzie di viaggi e tour-operators specializzati nell’organizzazione di viaggi per turisti con disabilità.
5. “Specialist adventure sports organisations”. Un’ultima sezione è dedicata alle organizzazioni sportive che si rivolgono alle persone con disabilità.

La guida non si propone soltanto di essere consultabile ma anche di essere un punto di partenza per invitare i lettori o i gestori dei servizi di turismo accessibile a comunicare con l’esterno e d’interagire attraverso una mail dedicata che è: travelforall@lonelyplanet.com.au.

Buon viaggio a tutti!

F.

Turismo accessibile: un convegno promosso dai Lions del Val di Noto

16 Novembre 2016 Posted by News turismo accessibile, Press Area, Turismo 0 thoughts on “Turismo accessibile: un convegno promosso dai Lions del Val di Noto”

Val di NotoIncontro sul tema del turismo accessibile. I Lions Club delle città Unesco del Val di Noto, ovvero Scicli, Modica, Ragusa, Noto, Palazzolo Acreide, Catania, Caltagirone, Militello hanno sottoscritto un Protocollo di Intesa volto alla valorizzazione e promozione delle Città Unesco del Val di Noto, coordinati quest’anno dal Lions Club di Scicli. Nell’ambito di questo protocollo d’intesa hanno organizzato un incontro sul turismo accessibile nei luoghi e monumenti delle Città Unesco. Nella sala riunioni del Palazzo «Carpentieri» si sono confrontati sull’interessante tema, esperti del settore, tecnici, stakeholder, enti e associazioni impegnati nella gestione dei siti Unesco.

All’incontro erano presenti i candidati a Sindaco della imminenti elezioni comunali di Scicli, oltre ai rappresentanti dei Lions Club delle otto delle Città Unesco del Val di Noto. Ad intervenire anche il Soprintendente di Ragusa Calogero Rizzuto, il Presidente dell’Ordine degli ingegneri di Ragusa Vincenzo Dimartino, Viviana Pitrolo del Consiglio dell’Ordine degli Architetti dopo i saluti di rito da parte del Presidente del Lions Club di Scicli Matteo Gentile e del responsabile del comitato distrettuale Barocco Siciliano Adolfo Ferro.

L’incontro ha ribadito come sia importante garantire l’accesso all’esperienza turistica a tutti i cittadini, indipendentemente dalle condizioni personali, sociali, economiche e di qualsiasi altra natura che possano limitare la fruizione delle nostre città e, il turismo accessibile è la massima espressione di un obiettivo di civiltà che rappresenta una indubbia attrattiva per rendere più efficiente l’immagine del turismo nelle Città UNESCO della Val di Noto.

Nel convegno è stato rilevato come le citta «Unesco» della val di Noto non siano accessibili e non sono città accoglienti. Il turismo accessibile, oltre ad essere un dovere sociale è anche un importante fattore economico, che in questo momento non è presente nei luoghi turistici della valle ed è quindi indispensabile che ognuno faccia la sua parte, da una parte le amministrazioni pubbliche che devono rendere accessibile il patrimonio pubblico (palazzi, monumenti, musei) e la mobilità, dall’altra gli operatori turistici che devono rendere accessibili le strutture ricettive (e non solo i B&B ma anche ristoranti, bar, stabilimenti balneari).
Il Past Governatore e vice direttore del Lions Campo Italia disabili Salvo Ingrassia ha raccontato dell’impossibilità di far visitare ai ragazzi ospiti del campo tenuto a Scicli le chiese e i monumenti nello scorso luglio, con le carrozzine ferme sull’uscio delle chiese.

 

F.

Turismo Accessibile in Italia. Workshop alla BMT

22 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Turismo Accessibile in Italia. Workshop alla BMT”

BMT FONDAZIONEPer la prima volta nell’ambito di una fiera europea sul turismo è stato presente in piena autonomia uno stand sul Turismo Accessibile. E’ accaduto alla Borsa Mediterranea del Turismo, tenutasi a Napoli dal 18 al 20 marzo.

Odv Peepul, la Coop Cosyforyou onlus, con la Fondazione Turismo Accessibile e in sinergia con numerosi partner hanno tenuto un seminario dal titolo “Fair Accessible Italy / Italia Bella e Accessibile #Napolichiamaitalia”.

Nel corso dell’incontro tenutosi sabato 19 marzo alle 14 nella sala Mediterraneo della Mostra d’Oltremare è stato presentato il progetto A.T.I.N (Accessible Tourism Italian Network), un portale che vuole mettere in rete organizzazioni di tour accessibili nelle varie regioni d’Italia, in sinergia con strutture accessibili e fornitori di servizi ed attrezzature utili alla mobilità, per uno scambio dei flussi turistici interni. In questo modo sarà possibile rappresentare un unico prodotto “Turismo Accessibile Italia” connotato dall’alta qualità dell’offerta da presentarsi compatto e coerente al mercato internazionale ed ai tour operator presenti alle fiere del turismo.

IL PORTALE. –  Atin (www.atin.it) è uno strumento condiviso e autogestito dalle organizzazioni con password personali in modo tale che esse possano  inserirvi  tutte le informazioni, video e foto dei tour organizzati nelle varie regioni e dei punti di eccellenza operativi (servizi, strutture accessibili) e culturali (università e punti di ricerca) del turismo accessibile. Non saranno previste quote di iscrizioni e l’unico requisito richiesto per aderire alla rete è il rispetto dei parametri di legge in fatto di accessibilità ed accoglienza. RENDERE L’ITALIA IL PAESE PIÙ ACCESSIBILE D’EUROPA.

IL SEMINARIO – Durante il seminario sono intervenuti Esposito Lepre e Cola che hanno sottolineato come sia necessario che l’attività di monitoraggio dei luoghi accessibili non può passare soltanto attraverso il web o sui like dei socia, ma principalmente sugli accreditamenti esperenziali. Inoltre ci sono stati gli interventi delle realtà che hanno aderito al progetto, Barbara Catino di C4y Coop. Onlus, Dino Angelaccio della rete Ionica Puglia-Basilicata-Calabria, che ha ricordato come nel caso di Matera si sia prodotta una attività legislativa a livello locale che inserisce il fattore dell’accessibilità come centrale per tutte le attività sociali e urbanistiche da realizzare in futuro nella città. Interventi inoltre di Raffaele Iovine della Basilica della Pietrasanta, Stefano Meer della Fondazione Arti Napoli.

Intervento di chiusura della Professoressa Marilù Ferrara dell’Università Parthenope – Facoltà Economia Del Turismo che ha voluto sottolineare come sia importante il ruolo dell’Università che deve indicare una prospettiva manageriale al turismo, dando il suo contributo ad una rivoluzione culturale dell’accessibilità.

Lucio Todisco

Napoli, giornata cittadina del Turismo Accessibile a Capodimonte

18 Febbraio 2016 Posted by Senza categoria 0 thoughts on “Napoli, giornata cittadina del Turismo Accessibile a Capodimonte”

Capodimonte

Buone pratiche provenienti da Napoli. il 20 febbraio è organizzata la Giornata cittadina del Turismo Accessibile, da un’idea dell’associazione Peepul in collaborazione con il Comune di Napoli e i partner di CosyForYou. Una visita guidata alla quale sarà possibile partecipare gratuitamente a “Sulle tracce della collezione Farnese”, un percorso che porterà le persone alla scoperta dello splendido Museo di Capodimonte. La visita sarà di circa due ore e riguarderà l’ala orientale del piano nobile, dove è ospitata la Collezione Farnese.

Le info – L’appuntamento è alle ore 10.00 presso l’ingresso laterale del Museo. L’associazione mette a disposizione una navetta gratuita dalla stazione Museo della linea 1 della Metropolitana, nei pressi del Museo Archeologico Nazionale per giungere al parco di Capodimonte. La visita è riservata ai visitatori affetti da disabilità e ai propri accompagnatori e gruppi familiari ed amicali. Il biglietto d’ingresso al Museo è gratuito per la persona affetta da disabilità ed accompagnatore, mentre eventuali ingressi aggiuntivi saranno a carico dei partecipanti. La prenotazione è obbligatoria e devono giungere almeno con 24 ore d’anticipo allo svolgimento dell’evento.

Ulteriori informazioni sulla giornata è possibile reperirle sul sito di Peepul

 

Lucio Todisco